Il 29 settembre 2020 Luigi Salvi ha ricevuto la cittadinanza onoraria da parte del suo Comune di origine in provincia di Bergamo: Cenate Sotto.

É stata una cerimonia riservata, che ha rispecchiato in tutto e per tutto la stessa riservatezza che Luigi Salvi ha sempre voluto in tutti i suoi successi e traguardi.

Circondato dai figli (tra cui anche Marco, Silvia e Giuseppe che ora guidano l’azienda di famiglia), dalla moglie Ines e dai nipoti, un emozionato Luigi ha ricevuto direttamente dal Sindaco di Cenate Sotto la targa con una chiave della sua città di origine: “É la prima cittadinanza onoraria che il Comune di Cenate Sotto conferisce e abbiamo subito pensato al Commendatore Salvi come gesto di riconoscenza da parte di tutta la comunità per ciò che ha fatto per la nostra, la sua terra” ha spiegato il Sindaco Thomas Algeri ricordando come negli anni ‘50 alcuni imprenditori avessero scommesso per ricostruire quella terra che, come molte altre, si ritrovava arida e devastata dopo la guerra.

“Luigi Salvi ci ha messo la sua abilità imprenditoriale, ma cosa più importante, ci ha messo il cuore continuando, negli anni, ad essere sempre disponibile e presente per chiunque avesse bisogno di un aiuto” ha continuato il Sindaco di Cenate Sotto ricordando le soventi visite di Salvi nella sua terra bergamasca e la sua presenza importante e concreta in ogni momento di difficoltà della comunità.

Cittadinanza onoraria a Luigi Salvi

Marco Salvi, oggi al timone di Unacoa, ha ricordato più volte la tenacia del padre nelle varie fasi della propria vita: inizialmente nella conduzione di una vita dura e di sacrifici legata alla raccolta e al commercio dell’ortofrutta che allora non poteva decisamente contare sui mezzi e sugli automatismi di oggi, poi nella decisione di trasferirsi a Ferrara nel ‘66 e fondare la sua azienda e poi ancora nel renderla quella che è oggi. Tutto questo grazie ad uno spirito di dedizione e ad una voglia di fare che a 90 anni ancora non accennano a diminuire. Non è raro, infatti, incontrarlo ancora tra i corridoi della sua sede in via Bologna o nei campi per controllare lo stato dei vari frutteti.

“Cenate Sotto è la terra che ha visto nascere la maggior parte di noi, e credo che la testimonianza più bella del legame tra essa e mio padre (e la nostra famiglia) sia questo riconoscimento per il quale ringraziamo il Sindaco e tutta la comunità” ha spiegato Marco Salvi davanti ad un centinaio di dipendenti intervenuti alla cerimonia.

“Grazie, grazie a tutti voi e grazie a Cenate Sotto” ha esclamato Luigi Salvi, orgoglioso e commosso per questo gesto di apprezzamento e di affetto.

Il conferimento della cittadinanza onoraria è stata anche l’occasione per recapitare al signor Salvi anche un particolare pensiero che purtroppo non era stato possibile consegnare per i festeggiamenti dei suoi 90 anni: la benedizione apostolica pontificia.

Cittadinanza onoraria a Luigi Salvi
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!